La bambola assassina: Chucky avrà la sua serie TV

Autore: Simona Vitale ,
Copertina di La bambola assassina: Chucky avrà la sua serie TV

Il terrificante e malvagio Chucky, la bambola assassina protagonista dell'omonimo film di Don Mancini che dal 1988 ha dato il via ha un franchise cinematografico di successo, avrà la sua serie TV. 

L'emittente televisiva statunitense SyFy ha infatti acquisito i diritti per la realizzazione di una serie TV che avrà come protagonista proprio Chucky. Del progetto si occuperà lo stesso Don Mancini, con David Kirschner e Nick Ancosta che ne saranno, invece, i produttori esecutivi.

Advertisement

In merito alla serie TV, Mancini ha dichiarato:

Ho sempre desiderato portare Chucky in televisione e Syfy è la rete perfetta per noi. Lo show rappresenterà una nuova versione del franchise, permettendoci di esplorare il personaggio di Chucky con una profondità che viene offerta in modo univoco dal format delle serie televisive, rimanendo fedele alla visione originale che ha terrorizzato il pubblico per oltre tre decenni.

Chucky ha debuttato al cinema nel 1988 nel film Child's Play (uscito in Italia con il titolo La bambola assassina), diretto e co-scritto da Tom Holland, prodotto da Kirschner e basato su un racconto di Mancini. Il franchise ha poi generato sei sequel, tutti scritti da Mancini e prodotti da Kirschner. Mancini ha anche diretto tre dei film, tra cui l'ultimo Il culto di Chucky uscito nel 2017 per il mercato Home Video.

Advertisement

Ricordiamo, inoltre, che proprio in queste settimane si stanno ultimando le riprese di Child's Play, un film che effettivamente si ispira a La bambola assassina, ma che non è stato approvato da Mancini. I protagonisti saranno Aubrey Plaza e Brian Tyree Henry, mentre della sceneggiatura si è occupato Tyler Burton Smith.

Il primo film de La bambola assassina, a partire dalla quale si svilupperà la serie TV, vede come protagonista una bambola di nome Chucky, in cui un pericoloso serial-killer ha trasferito la sua anima prima di morire. Il serial killer vorrebbe rientrare in un corpo umano. Per la precisione, vorrebbe rientrare nel corpo della prima persona a cui ha rivelato la sua vera identità e nel più breve tempo possibile, per non rimanere intrappolato per sempre nella bambola. Il crudele assassino è così costretto a scegliere Andy, un bambino che riceve la bambola per il suo compleanno. Per realizzare il suo scopo, Chucky mieterà numerose vittime lungo il cammino...

Per ulteriori dettagli sulla trama e sul cast della serie TV, invece, non ci resta che aspettare nuovi e ufficiali dettagli.

Via: Variety

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Breaking Bad 15 anni dopo: cos'’è rimasto della serie cult?

Scoprite cosa ci ha lasciato Breaking Bad, che esordiva 15 anni fa sul piccolo schermo negli Stati Uniti sul canale AMC.
Autore: Max Borg ,
Breaking Bad 15 anni dopo: cos'’è rimasto della serie cult?

Sono passati poco più di quindici anni dal debutto di Breaking Bad, che esordì il 20 gennaio 2008 su AMC, che è oggi nel 2023 un canale importante nell’ambiente via cavo americano. All’epoca però AMC era ancora un contenitore di vecchi film americani che aveva appena iniziato a scommettere sulla programmazione originale (Mad Men era arrivato pochi mesi prima). E proprio come quel canale, lo show ideato da Vince Gilligan era qualcosa che era facile sottovalutare a prima vista. 

Furono diversi, infatti, i rifiuti da parte di vari canali televisivi, inclusa la HBO, all’epoca meta privilegiata per progetti ambiziosi con protagonisti moralmente ambigui (o, come disse Gilligan per riassumere l’arco narrativo della sua creazione, “Mr. Chips che diventa Scarface”, ossia la trasformazione di un mite insegnante in un temibile gangster).

Sto cercando altri articoli per te...